E’ stata presentata ieri, Giovedi 11 Novembre, presso la Sala Stampa della Santa Sede, l’Esortazione Apostolica “Verbum Domini”, con la quale il Santo Padre invita tutti i fedeli a riscoprire la bellezza della Parola di Dio e a porla come radice della missione della Chiesa.

Volentieri pubblichiamo qui di seguito un estratto dell’Esortazione, nel quale il Papa affronta il tema della relazione tra la Parola e il Sacramento della Penitenza. E’ un passaggio che ci tocca molto da vicino, in quanto una peculiarità del servizio che viene offerto dai giovani volontari di Giovani e Riconciliazione, è proprio quella della preparazione alla confessione partendo dalla riflessione di un brano del Vangelo!

 

61. Se al centro della relazione tra Parola di Dio e Sacramenti sta indubbiamente l’Eucaristia, tuttavia è bene sottolineare l’importanza della sacra Scrittura anche negli altri Sacramenti, in particolare quelli di guarigione: ossia il sacramento della Riconciliazione o della Penitenza, e il sacramento dell’Unzione degli infermi. Spesso il riferimento alla sacra Scrittura in questi Sacramenti viene trascurato. È necessario, invece, che ad essa venga dato lo spazio che le spetta. Infatti, non si deve mai dimenticare che «la Parola di Dio è parola di riconciliazione perché in essa Dio riconcilia a sé tutte le cose (cfr 2 Cor 5,18-20; Ef 1,10). Il perdono misericordioso di Dio, incarnato in Gesù, rialza il peccatore».

La Parola di Dio «illumina il fedele a conoscere i suoi peccati, lo chiama alla conversione e gl’infonde fiducia nella misericordia di Dio». Affinché si approfondisca la forza riconciliatrice della Parola di Dio si raccomanda che il singolo penitente si prepari alla confessione meditando un brano adatto della sacra Scrittura e possa iniziare la confessione mediante la lettura o l’ascolto di una ammonizione biblica, secondo quanto previsto dal proprio rito. Nel manifestare la sua contrizione, poi, è bene che il penitente usi «una formula composta di espressioni della sacra Scrittura», prevista dal rito. Quando possibile, è bene che, in particolari momenti dell’anno o quando se ne presenti l’opportunità, la confessione individuale da parte di più penitenti avvenga all’interno di celebrazioni penitenziali, come previsto dal rituale, nel rispetto delle diverse tradizioni liturgiche, in cui poter dare ampio spazio alla celebrazione della Parola con l’uso di letture appropriate.

 

Link al testo completo

Fabrizio BenelliNews
E' stata presentata ieri, Giovedi 11 Novembre, presso la Sala Stampa della Santa Sede, l'Esortazione Apostolica 'Verbum Domini', con la quale il Santo Padre invita tutti i fedeli a riscoprire la bellezza della Parola di Dio e a porla come radice della missione della Chiesa.Volentieri pubblichiamo qui di seguito...